Sound elettrico di prim'ordine

Nell’Audi e-tron Prototipo, conducente e passeggeri vivono una realtà dimensionale inedita. Oltre alla generosa abitabilità e all’elegante design minimalista, la prima auto elettrica di Audi offre una silenziosità totale come sfondo ideale per l’impianto audio “3D Premium Sound System” di Bang & Olufsen. Inoltre, questo SUV di alta gamma assicura una nuova esperienza interattiva e di visualizzazione digitale. Ed è la prima auto di serie ad essere dotata di specchietti retrovisori virtuali.

Grande entrata in scena per l’Audi e-tron Prototipo

Nella Royal Danish Playhouse di Copenhagen, il Marchio dei quattro anelli presenta in anteprima l’abitacolo dell’Audi e-tron Prototipo. Là dove attori e artisti sono soliti esibirsi davanti a 650 spettatori, l’abbagliante luce dei riflettori è ora concentrata su questo SUV di classe superiore a trazione puramente elettrica. Ancora avvolto nel suo specifico mascheramento esterno, l’Audi e-tron Prototipo espone alla pubblica attenzione il versatile stilismo dei suoi interni con la leggerezza di un ballerino, l’intelligenza di un caratterista e la performance di un cantante lirico.

L'e-tron Prototipo sul palcoscenico a Copenhagen. (Audi)
L'e-tron Prototipo sul palcoscenico a Copenhagen. (Audi)

Questo SUV elettrico offre la pura esperienza acustica di una sala da concerti, deliziando su richiesta il suo conducente e i passeggeri con la sonorità 3D dell’impianto audio Bang & Olufsen. Esso riproduce la musica esattamente come era stata registrata, senza effetti sintetici, grazie ai suoi 16 diffusori e a un amplificatore da 705 watt.

Linguaggio formale cubista e specchietti esterni virtuali

Il proscenio interno dell’Audi e-tron Prototipo forma un grande arco, il cosiddetto «wrap-around», che abbraccia l’ampia plancia contrassegnata da marcate linee orizzontali fino alla scultorea conformazione dei rivestimenti delle portiere.

Gli specchietti esterni virtuali dell'Audi e-tron Prototipo sono un'innovazione tecnologica con pratici vantaggi. (Audi)
Gli specchietti esterni virtuali dell'Audi e-tron Prototipo sono un'innovazione tecnologica con pratici vantaggi. (Audi)

Vi sono armoniosamente integrati la prominenza sovrastante l’Audi virtual cockpit, il cui slanciato display appare come sospeso nello spazio, e gli schermi degli specchietti retrovisori esterni virtuali, al loro debutto mondiale nella versione di serie dell’Audi e-tron Prototipo e che elevano la digitalizzazione di bordo a un livello mai visto.

L'abitacolo dell'e-tron Prototipo. (Audi)
L'abitacolo dell'e-tron Prototipo. (Audi)

Oltre a costituire una nuova esperienza tecnologica, gli specchietti retrovisori virtuali offrono numerosi vantaggi in termini di comfort e sicurezza. I loro supporti piatti integrano una piccola telecamera, le cui immagini vengono elaborate digitalmente e visualizzate sui display OLED ad alto contrasto da 7″ montati all’interno dell’abitacolo. Il conducente può effettuare varie regolazioni mediante comandi touch, spostando l’inquadratura in modo da adeguare il campo visivo oppure utilizzando la funzione di zoom. L’interfaccia MMI consente di scegliere fra tre visualizzazioni diverse: autostrada, svolta e parcheggio.

Un ulteriore atout dell’allestimento interno è la consolle lungo il tunnel centrale che poggia su fiancate aperte e su cui l’appoggiamani con selettore di trasmissione integrato sembra fluttuare. Semplicità e prestazioni formano un’unità organica che sottolinea il chiaro orientamento al conducente dell’intero abitacolo.

L’elettrificazione è di scena

L’Audi e-tron Prototipo ha in serbo rivestimenti, colori e modanature attentamente armonizzati tra loro in ogni linea di allestimento. Si tratti della raffinata pelle Valcona o del look sportivo conferito dall’alluminio spazzolato scuro, in quanto a lavorazione e scelta dei materiali questo SUV elettrico soddisfa le più sofisticate esigenze qualitative.

Il posto di guida del Prototipo. (Audi)
Il posto di guida del Prototipo. (Audi)

Il motivo delle cuciture sui sedili prende ispirazione dai circuiti elettrici. Su richiesta, vi si possono aggiungere luminose cuciture contrastate e costure in arancione, un’allusione alla rete di bordo ad alto voltaggio. Il pacchetto opzionale di luci ambientali e di contorno rischiara morbidamente le superfici ricalcando le linee essenziali dell’abitacolo. Anche il badge e-tron integrato nella plancia è retroilluminato.

Spazio abbondante per cinque persone

Con il suo lungo passo di 2928 mm, l’Audi e-tron Prototipo assicura abbondanza di spazio per cinque persone più bagagli. Lunghezza dell’abitacolo, altezza libera sopra testa e spazio per le ginocchia nei posti di seconda fila collocano questo SUV di lusso ai vertici del suo segmento. Un supplemento di spazio è assicurato dal fondo piatto che sostituisce il tunnel centrale solitamente presente nei modelli tradizionali.

Silenzio a bordo

La trazione elettrica in unione con la comodità offerta dai suoi sontuosi interni consentono all’Audi e-tron Prototipo di generare una nuova sensazione di mobilità. Specialmente nella circolazione in città, il silenzio è quasi assoluto: gli unici rumori percepibili sono il rotolamento degli pneumatici e il leggero ronzio del gruppo elettrico. Il livello di comfort acustico è il grande punto di forza di tutti i modelli Audi.

Due e-tron Prototipo su una strada di Copenhagen. (Audi)
Due e-tron Prototipo su una strada di Copenhagen. (Audi)

L’Audi e-tron Prototipo eleva ancor più tale livello offrendo un eccezionale comfort di marcia sulle lunghe distanze. Tutte le sezioni della sua carrozzeria che potrebbero trasmettere fastidiosi rumori sono state oggetto di una particolare insonorizzazione ed ermetizzazione. Il rumore aerodinamico, che in qualsiasi altra auto oltre gli 85 km orari affligge l’udito degli occupanti, qui si percepisce appena. Anche a velocità elevate, i passeggeri possono così intrattenersi in totale rilassatezza.

e-tron News

Tecnica, società, mobilità: tenetevi aggiornati sui temi che muoveranno il nostro futuro.