Audi Q5 ancora più intelligente grazie alla trazione ibrida

La nuova Audi Q5 TFSI e è la prima vettura a rappresentare i nuovi modelli plug-in di Audi. La versione ibrida di questo SUV di grande successo è in grado di arrivare fino a 40 km in modalità puramente elettrica, il che è sufficiente per la maggior parte dei tragitti quotidiani.

L’Audi Q5 55 TFSI e quattro, con una potenza di sistema di 270 kW (367 CV), è la prima vettura a rappresentare i nuovi modelli plug-in di Audi ed è disponibile da subito presso i concessionari. Il sistema di propulsione costituito da motore a combustione e motore elettrico e dal relativo sistema di gestione intelligente consente di percorrere buona parte dei tragitti giornalieri in modalità elettrica. L’autonomia esclusivamente elettrica è di oltre 40 km a velocità fino a 135 km/h. L’e-tron Charging Service di Audi e la myAudi App consentono una ricarica confortevole presso 100 000 punti di ricarica in Europa, di cui circa 4000 nella sola Svizzera.

 

Il nuovo concetto di trazione si compone di un motore 2.0 TFSI, di un motore turbo a ciclo Otto a quattro cilindri da 252 CV (185 kW) di potenza e 370 Nm di coppia nonché di un motore elettrico. Il motore sincrono ad eccitazione permanente (PSM) ha una potenza di picco di 105 kW e una coppia massima di 350 Nm. È integrato con il giunto di separazione nel cambio a sette rapporti S tronic, che convoglia la coppia motrice a un gruppo propulsore quattro con tecnologia ultra. Il SUV ibrido si fa apprezzare per una potenza di sistema di 367 CV (270 kW) e una coppia complessiva di circa 500 Nm al di sopra del numero di giri al minimo, ovvero già a 1250 giri. L’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 5,3 secondi, la velocità massima è di 239 km/h. Conformemente alla norma per i veicoli ibridi plug-in il consumo si attesta su 2,4–2,1 l/100 km, ovvero 53–46 g di CO2 per chilometro. La sua autonomia elettrica secondo lo standard WLTP è di 58 km. La velocità massima in modalità elettrica è di 135 km/h, velocità sufficiente persino in autostrada.

Il climatizzatore funziona in sinergia con una pompa di riscaldamento ad alta efficienza che riunisce il calore sprigionato dai componenti ad alto voltaggio. Da 1 kW di potenza elettrica è in grado di produrre fino a 3 kW di potenza termica. Ne deriva un incremento dell’efficienza energetica dell’auto e, al contempo, un miglior comfort climatico per i passeggeri.

Nella Q5 55 TFSI e trova impiego, per la prima volta, la trazione integrale orientata alla massima efficienza con tecnologia ultra in abbinamento ad un motore elettrico. La gestione intelligente della trazione integrale funziona in modo predittivo, in altri termini svolge sempre una funzione predittiva con l’ausilio dei sensori e della valutazione continua dei dati relativi alla dinamica di guida e al comportamento di guida. La trazione integrale viene sempre disattivata se non è necessaria ma rimane sempre disponibile.

La modalità di guida e l’assistente predittivo di efficienza ulteriormente perfezionato

Le modalità di propulsione dell’Audi Q5 55 TFSI e quattro sono molteplici e dotate di una regolazione particolarmente intelligente. Il sistema è progettato in modo tale che i clienti possano percorrere buona parte dei loro tragitti giornalieri in modalità elettrica. L’assistente predittivo di efficienza adegua il comportamento di recupero dell’energia in fase di spinta alla situazione del momento. A questo scopo si avvale dei dati predittivi del percorso ricavati dalla banca dati di navigazione e tiene conto della distanza dal veicolo che precede mediante il segnale della telecamera e il segnale radar. A seconda della situazione, il sistema sceglie in modo previdente tra la modalità a ruota libera a motore spento e il recupero dell’energia in fase di spinta, ovvero il recupero dell’energia cinetica e la conversione in energia elettrica.

La modalità ibrida viene attivata automaticamente con la guida alla meta nella navigazione. Può anche essere attivata manualmente con il tasto della modalità di esercizio. In questa modalità la ricarica della batteria viene ripartita in modo ottimale lungo il percorso per ridurre il consumo di carburante, tenuto conto che nel traffico urbano e nel traffico stop-and-go la guida avviene prevalentemente in modalità elettrica. A seconda della situazione, il conducente sceglie tra la modalità a ruota libera a motore spento e il recupero dell’energia in fase di spinta. Con il recupero dell’energia in fase di spinta si possono recuperare fino a 25 kW di potenza; il motore elettrico rileva tutte le decelerazioni leggere fino a 0,1 g, dunque la maggior parte di frenate nel traffico giornaliero. La funzione di recupero dell’energia di frenata consente di generare al massimo 80 kW di potenza elettrica con una decelerazione fino a 0,2 g. In presenza di valori di decelerazione più marcati entra in gioco il freno a disco. Se la navigazione del sistema di navigazione MMI è attiva, la strategia di funzionamento predittiva cerca di percorrere l’ultimo tratto urbano in modalità esclusivamente elettrica e di arrivare a destinazione con la batteria quasi scarica.

Accanto alla modalità di funzionamento ibrida il conducente può ancora optare per una modalità a scelta tra EV e battery hold. In modalità EV l’auto viene azionata esclusivamente in modalità elettrica se il conducente non supera un punto di pressione variabile percettibile dell’acceleratore. La modalità EV è l’impostazione standard ad ogni avvio della vettura. In modalità battery hold la capacità della batteria viene mantenuta allo stato attuale.

Equipaggiamento e design: elementi di design sportivi della S line anche all’esterno

L’Audi Q5 55 TFSI e è generosamente equipaggiata di serie. Fari a LED, sedili sportivi, climatizzatore automatico a tre zone, chiave comfort, FIS con schermo a colori, display specifici PHEV e cerchi da 18″ con design a turbina a 5 bracci sono di serie. I sedili posteriori si possono regolare in senso longitudinale e presentano un’inclinazione dello schienale regolabile. I dettagli sportivi del pacchetto esterni S line accentuano il look dinamico: paraurti S line anteriore e posteriore, un diffusore con doppia barra nella parte posteriore e un design individuale della calandra single frame con svariati elementi in Dark Chrome.

Confortevole: ricarica rapida in poche ore

Nell’equipaggiamento di serie dell’Audi Q5 55 TFSI e quattro rientra il sistema di ricarica compact nonché un cavo modalità 3 con connettore di tipo 2 per l’impiego a colonne di ricarica pubbliche. Il sistema di ricarica compact comprende il cavo per le prese domestiche e industriali nonché un’unità di comando. Il sistema dispone di un indicatore di stato a LED e di funzioni di sicurezza quali dispositivo di monitoraggio della temperatura e della corrente di guasto. Su richiesta, con la clip di ricarica Audi fornisce un supporto da parete chiudibile per il sistema di ricarica. Da un allacciamento di tipo industriale a norma CEE da 400 V/16 A una ricarica completa dura soltanto due ore e mezza. Il caricabatteria integrato carica la batteria agli ioni di litio con una potenza massima di 7,4 kW. Persino da una presa domestica da 220 V è possibile ricaricare comodamente di notte una batteria scarica in circa sei ore. Anche durante il viaggio il conducente può ricaricare comodamente la batteria. Un servizio di ricarica Audi, l’e-tron Charging Service di Audi, garantisce l’accesso a circa 100 000 punti di ricarica in Europa. Una carta è sufficiente per avviare la ricarica, indipendentemente dal gestore.

Gestione della ricarica dal divano: la myAudi App

Con la myAudi App il cliente può utilizzare i servizi della gamma di Audi connect sul proprio smartphone, soluzione particolarmente pratica per i modelli elettrici. Con l’app si può visualizzare lo stato della batteria e dell’autonomia, avviare le procedure di ricarica, programmare il timer per la ricarica ed esaminare le statistiche di ricarica e consumo. La pianificazione dell’itinerario nell’app e il sistema di navigazione MMI in auto, inoltre, consentono di visualizzare le stazioni di ricarica.

Un’altra funzione della myAudi App è la preclimatizzazione prima della partenza, che viene realizzata in modo tale che il compressore del climatizzatore e il riscaldatore supplementare nell’auto funzionano in modalità elettrica. Il cliente può stabilire esattamente come gli interni debbano essere riscaldati o raffreddati mentre la batteria viene caricata. Un discorso analogo vale, a seconda dell’equipaggiamento supplementare, per i sedili riscaldabili e il volante riscaldabile, il parabrezza termico, il lunotto termico e il riscaldamento degli specchietti nonché per il raffreddamento dei sedili.

In Svizzera il prezzo dell’Audi Q5 TFSI e, da subito ordinabile presso i concessionari, è di CHF 76 000.–.

«Il mercato è pronto a scoprire l’elettromobilità»

Dieter Jermann, responsabile del marchio Audi presso AMAG, spiega come la digitalizzazione stia prendendo piede nel settore automobilistico e porti vantaggi al cliente.

Dieter Jermann im vollelektrischen Audi Q4 e-tron, der 2021 auf den Markt kommt.

Dieter Jermann im vollelektrischen Audi Q4 e-tron, der 2021 auf den Markt kommt.

Signor Jermann, Audi presenta una roadmap sportiva per l’elettrificazione: nel 2025 il portafoglio del costruttore comprenderà 30 modelli elettrici. I vostri clienti sono abbastanza elettrizzati?

I consumatori svizzeri sono fortemente orientati all’innovazione, al futuro digitale e alle nuove forme di mobilità. Questo atteggiamento di base e l’interesse per l’elettromobilità sono stati riconfermati in modo particolare con il lancio della nostra prima vettura elettrica, l’Audi e-tron. Siamo convinti che il mercato sia pronto per l’introduzione graduale di altri modelli e i temi riguardanti l’elettricità rivestono una grandissima importanza nella consapevolezza degli svizzeri.

 Ora con l’Audi Q5 TFSI e state lanciando la nuova generazione di vetture ibride. È necessario questo passo intermedio?

Gli anni a venire li vediamo come una preparazione al lancio di altri modelli elettrici, come ad esempio l’Audi Q4 e-tron nel 2021, che sarà rivolta al segmento dei modelli di classe media. L’Audi Q5 ibrida plug-in, in veste di SUV con i quattro anelli, coniuga in sé entrambi i mondi: il conducente può decidere liberamente se e come desidera intervenire nell’interazione fra i due motori. Il modello offre un’autonomia esclusivamente elettrica di 40 km ed è quindi l’ideale per chi desidera viaggiare quotidianamente solo con l’elettricità, senza la paura di esaurire l’autonomia nelle lunghe percorrenze. Trovo fantastico che questo SUV ibrido vanti una potenza di sistema di 270 kW (367 CV) e, che conformemente alla norma per le vetture ibride plug-in, il consumo si assesti su 2,4–2,1 l/100 km. Inoltre, nei prossimi mesi seguiranno altri modelli con questo stesso concetto di trazione come l’Audi A6, A7, A8 e l’Audi Q7.

L’auto digitalizzata è necessariamente elettrica?

Il cliente si trova di fronte alla digitalizzazione in tutti i nuovi modelli. Lo dimostra anche la myAudi App, che già da alcuni anni consente di comandare le vetture a distanza. Per l’Audi e-tron e per modelli come la nuova Audi A4 si possono richiedere digitalmente degli equipaggiamenti supplementari. Questo nuovo concetto di business digitale permette di usufruire della massima flessibilità. Secondo le necessità, il cliente può richiedere funzioni in ambito di luci, sistemi di assistenza al conducente e infotainment, e la gamma è in continua crescita. Queste functions on demand sono disponibili sia per le vetture con motori a combustione che per quelle elettriche.

Audi è anche sinonimo di quattro, di potenti modelli RS, di automobilismo. Non avete paura che la digitalizzazione possa privare la guida di emozioni?

No, al contrario. Sono convinto che anche con l’introduzione delle tecnologie digitali, o forse proprio grazie a queste, la guida continuerà a essere fortemente orientata alle emozioni. È nostro compito tenere il passo con i desideri e le esigenze dei clienti e soddisfarli nell’auto. Tecnologie digitali ottimizzate supportano il conducente, offrono più comfort e più sicurezza, consentono di avere più tempo a disposizione e quindi offrono più spazio per una guida emozionale. Con le vetture dotate di trazione elettrica si percepisce la forza di accelerazione soprattutto in fase di partenza, il che è un divertimento incredibile.

Audi ha inaugurato l’Audi e-tron experience center all’Utoquai di Zurigo. Qual è l’obiettivo?

Fino alla fine dell’anno l’Audi e-tron experience center è una piattaforma unica di informazioni e di eventi per il nostro marchio. Daremo prova delle competenze di Audi in fatto di elettromobilità, spiegando anche l’ecosistema elettrico, perché il futuro ci riserva non poche novità. Con una divulgazione mirata avvicineremo il grande pubblico all’elettromobilità, perché tutti sono i benvenuti qui. Peraltro verranno offerti giri di prova con l’Audi e-tron, con relative spiegazioni esaustive delle tecnologie. Siamo inoltre orgogliosi di esporre in loco i nostri ultimi prototipi e show car.

Quanto digitale è Lei? Quali strumenti ama in particolare?

Il mio strumento universale per eccellenza è lo smartphone. Posso usarlo per raffreddare la mia Audi e-tron nelle giornate calde. Posso addirittura condividere la chiave in modo digitale con i miei famigliari! A proposito: già da tempo noi teniamo la nostra lista della spesa sul cellulare e la condividiamo sempre con tutti: always on per così dire.

e-tron News

Technik, Gesellschaft, Mobilität: Bleiben Sie up to date bei den Themen, die uns in Zukunft bewegen.